Stampa

Percorsi di Arteterapia. Arte come forma di comunicazione e inclusione.

Scritto da Cicerale Rosalia. Postato in Bisogni speciali

"Non è importante l'oggetto finito ma il percorso che il bambino fa per arrivare allo stesso" (B. Munari).  Questa frase sintetizza la filosofia e la finalità di questi laboratori espressivi pensati e strutturati per coinvolgere piccoli gruppi eterogenei di alunni che ci hanno accompagnato in quest'anno scolastico 2016/2017. Nell'arteterapia le persone fanno, toccano, guardano, osservano, creano una storia che rimane, con la quale confrontarsi insieme.

Mettere in gioco le proprie emozioni, conoscere se stessi "da dentro", produrre una gamma di possibili soluzioni,  stimolare un pensiero originale, fantasticare e  giocare con un'idea. Andare al di là dei limiti sensoriali o delle caratteristiche reali. L'arte è un'attività piacevole che rianima, stupisce, favorisce la fantasia, la creatività e il pensiero divergente, migliora l'autostima, incoraggia la collaborazione, la condivisione, il lavoro di gruppo, migliora le relazioni interpersonali. Infatti, le persone sono più vivaci e allegre mentre si dedicano a questa attività e più disposte a comunicare con gli altri.

WP_20170124_08_38_01_Pro 2 1.jpg WP_20170321_08_41_59_Pro 4.jpg thumbnail_WP_20170207_08_55_23_Pro 3.jpg