Sezione G

Classe 1^

Stampa

Fiaba di classe

Scritto da Mosconi Lorenza. Postato in Classe 1G

Il punto di partenza del nostro lavoro sono state le funzioni di Propp, elementi costanti che sono presenti nelle fiabe e la cui successione è sempre identica.

Abbiamo scelto otto funzioni: situazione iniziale, allontanamento, divieto, violazione, danneggiamento, incontro dell'aiutante, lotta tra l'eroe e l'antagonista, lieto fine.

Ci siamo divisi in otto gruppi e ad ognuno è stata affidata una funzione: il gruppo A ha inventato la situazione iniziale e l'ha raccontata ai compagni; il gruppo B ha proseguito il racconto in modo logico e coerente svolgendo la funzione dell'allontanamento e così via. Arrivati al lieto fine, abbiamo ottenuto una vera "fiaba di classe" che è stata trascritta da Virginia Scialfa.

Ecco il risultato!

C'era una volta un eremita che viveva in un paesino di montagna e che passava il suo tempo a preparare elisir di lunga vita con l'erba medica che raccoglieva nei boschi.

Un giorno nel bosco incontrò una fanciulla ferita, che curò con una piccola quantità di erba medica, perché l'eremita sapeva che questa pianta, se usata in eccesso, avrebbe trasformato le persone in pietre.

La fanciulla stette meglio, allora l'eremita finse di tornare al suo paesino, invece si nascose per osservarla.

La fanciulla si sentì di nuovo male e andò a prendere l'erba medica, ma questa volta esagerò e si tramutò in una pietra; l'eremità corse in suo aiuto e contemporaneamente uno scoiattolo fece cadere sul capo della fanciulla un fiore magico che aveva il potere di trasformare in animali chiunque lo toccasse.

Inoltre, l'effetto dell'erba medica, unito  alla magia del fiore, fece diventare la fanciulla un gigantesco ragno "zhou- zhou".

Il ragno intrappolò l'eremita e lo scoiattolo con la sua ragnatela; lo scoiattolo svenne dallo spavento, invece l'eremita finse di essere morto.

Quando il ragno fu distratto da un rumore, l'eremità si liberò e lo uccise. La magia si annullò: il ragno si tramutò in fanciulla e lo scoiattolo tornòl ad essere un principe.

I due si innamorarono e furono sposati dall'eremita.